Il vino non si conserva mai in verticale: ecco perché

Il vino non si conserva mai in verticale: ecco perché

A chi non piacerebbe avere una mini-cantina in casa? Uno di quei posti in cui tenere le bottiglie “buone”, quelle che si tengono da parte per un’occasione speciale o che si conservano per farle diventare più “preziose”, più buone. Si tratta di un piccolo grande sogno che molti italiani realizzano già, anche negli spazi angusti di credenze o dispense.

 

Naturalmente, e questo lo saprete già, una buona cantina dovrebbe essere un luogo asciutto ma soprattutto molto fresco. Al riparo dalla luce o dall’esposizione diretta del sole o di fonti di calore. Quello che molti di voi non sanno, però, è che il metodo migliore per conservare a lungo le bottiglie è in orizzontale.

 

Certo, non si tratta di un modo troppo pratico di conservare il vino. Lasciare le bottiglie in verticale permette una maggiore stabilità ed evita di occupare spazio inutile. Il tutto però va a discapito della qualità del vino: un prezzo troppo alto da pagare…

 

Quando una bottiglia è conservata in verticale, infatti, diventa più probabile che il tappo si asciughi (e comunque questo avviene più velocemente), facendo così penetrare ossigeno all’interno della bottiglia. L’ossigeno, com’è noto ai più, non fa bene al vino perchè altera le sue qualità organolettiche rendendolo meno buono, sia in termini di qualità che di gusto. Pensateci…

Lascia un commento